Maglia online personalizzata Asprilla- «Se sono stato in grado di giocare in Nazionale posso anche fare il ct»

Asprilla: «Se sono stato in grado di giocare in Nazionale, posso anche fare il ct»
L'ex attaccante del Parma, che non ha mai allenato, si propone: «Dovrei essere stupido se non avessi imparato come si gestisce una selezione»
ROMA- Da quando ha appeso le scarpette al chiodo si è dedicato ad altro enon ha mai allenato, ma se arrivasse la chiamata, non si tirerebbe indietro, forte dell'esperienza accumulata in campo in tanti anni di carriera.Faustino Asprillasi propone come ct dellaColombia. Fabbrica di maglie da calcio «Se sono stato in grado di giocare con la maglia della Nazionale, allora sono anche in grado di allenarla- le sue parole a un'emittente locale -.Se mi chiamano, arrivo di corsa. Dovrei essere davvero molto stupido se non avessi imparato come si gestisce una Nazionale dopo tutte le partite giocate con la Colombia fraMondiali, Coppe Americae qualificazioni». Asprilla ha vestito la maglia dei Cafeteros dal '93 al 2001, giocando i Mondiali del '94, del '98 e del 2002. Presa di maglie di calcio a buon mercato

Maradona, uno sbarco da re in Messico

Negozio di calcio online Asensio regala la vetta al Real- 1-0 all’Espanyol

Asensio regala la vetta al Real: 1-0 all’Espanyol
Una rete solitaria del grande ex, in un primo tempo annullata e, poi, convalidata dal Var decide la gara del Santiago Bernabeu. Blancos momentaneamente in testa alla classifica. Successo anche per l'Atletico, trascinato alla vittoria sul Getafe da Lemar.
MADRID (SPAGNA) – Striminzita vittoria per il Real Madrid, che fatica più del dovuto, ma riesce comunque a fare bottino pieno, a tre giorni dal 3-0 di Champions sulla Roma, contro lo sbarazzino Espanyol di Rubi. Gara decisa, appena varcato il 40’, da una rete di Marco Asensio in un primo tempo annullata per un’inesistente fuorigioco, poi corretto dal Var. Nella ripresa, i blancos hanno creato decisamente più occasioni, ma non sono riusciti a trovare il raddoppio che avrebbe reso più sereno un finale caratterizzato da una clamorosa traversa colta da distanza siderale da Borja Iglesias per gli sopiti. Missione compiuta, comunque, per i ragazzi di Julen Lopetegui, che ha colto l’occasione per far rifiatare Bale e Marcelo, Presa maglie di calcio che hanno assistito alla gara dalla panchina, oltre a Kroos, spedito direttamente in tribuna. Real in vetta, in attesa della risposta del Barcellona, atteso dal posticipo domenicale con il Girona.

TUTTO SULLA LIGA

SUPER LEMAR – Vittoria anche per l’Atletico, che nel tardo pomeriggio sbanca il Coliseum Alfonso Perez di Getafe, facendo suo il piccolo derby di Madrid. Grande protagonista, il nuovo acquisto Thomas Lemar, che prima dello scoccare del quarto d’ora spara una botta paurosa che sbatte sulla traversa, carambola sullo sventurato David Soria e, poi, varca la linea di porta. È autorete, ma il francese si rifa ad inizio ripresa, quando al termine di un’azione corale trova il piattone ravvicinato che gli vale, finalmente, il primo gol in Liga. La gara si chiude virtualmente al 18’, quando l’appena subentrato Ivan Alejo lascia in dieci i padroni di casa per un’entrata killer su Saul. La sua gara dura appena 4 minuti. Secondo successo consecutivo per i ragazzi di Simeone, Maglietta da calcio che a quattro giorni dal successo Champions del Luis II di Monaco, confermano la buona vena ritrovata recuperando terreno anche in campionato.

Uniforme da calcio Ascoli per il club spunta Alex Oliva

Ascoli, per il club spunta Alex Oliva
Secondo indiscrezioni potrebbe rilevare la società da Francesco Bellini
ASCOLI PICENO – Dopo la festa per la salvezza in Serie B firmata da Cosmi ai play out con l’Entella, l’Ascoli potrebbe cambiare proprietario. Secondo indiscrezioni, la società Acquista online la maglia da calcio 2018 dalle mani di Francesco Bellini potrebbe passare ad Alex Oliva, imprenditore in ambito finanziario ed immobiliare, che, oltre ad essere sponsor di diverse società, ha già avuto esperienze calcistiche nel Chiasso e nel Miami United Fc. Sono attese novità Acquista una maglia da calcio nelle prossime ore.

Cosmi: “Volevo entrare nella storia dell’Ascoli”

Negozio di maglie da calcio Asamoah- «Non sopportavo più Chiesa- andava giù senza che facessi nulla»

Asamoah: «Non sopportavo più Chiesa: andava giù senza che facessi nulla»
L'esterno dell'Inter fa anche complimenti all'azzurro: «E' forte e ha gamba»
ROMA – Il duello traKwadwo Asamoah e Federico Chiesa è stato uno dei più interessanti della sfida tra Inter e Fiorentina. L'attaccante viola è stato uno dei migliori in campo e ha messo in netta difficoltà il ghanese che ha rischiato di venire espulso. Nel post gara l'ex giocatore della Juventus ha lanciato una frecciata all'avversario: «La sfida con Chiesa? Ho giocato contro di lui 3-4 volte:è forte, ha gamba, è intelligente – ha dichiarato a Inter Tv -. Maglia da calcio economica A un certo punto però non lo sopportavo più perché andava giù senza che facessi nulla». Asamoah ha parlato anche del momento dell'Inter: «Sono contento di quanto stiamo facendo come squadra e anche a livello personale. Abbiamo trovato la strada giusta. Mi manca il gol, ma l'importante è che arrivino i tre punti. Poi magari più avanti il mio gol arriverà. Stiamo crescendo tanto, il campionato non è facile e ci vuole gente di grande mentalità. Può succedere di prendere gol, ma non si deve mollare perché le partite durano 90 minuti. Questa mentalità Nuova maglia da calcio è importantissima».

Inter-Fiorentina, il tocco di Vitor Hugo sul cross di Candreva: rigore

Maglia da calcio personalizzata Asamoah- «La Juve- Io felice all'Inter»

Asamoah: «La Juve? Io felice all'Inter»
Conferenza stampa per il ghanese, arrivato a parametro zero dal club bianconero. Avrà la maglia numero 18.
INVIATO AD APPIANO – L’ex juventino Asamoah è stato presentato oggi alla Pinetina. Il ghanese indosserà la maglia numero 18 dopo aver firmato un contratto triennale che gli farà guadagnare 3 milioni netti a stagione più bonus.

Asamoah, come si sente all’Inter?
Ho tantissima voglia di essere qui. Sono contento dei messaggi dei tifosi, di essere con i compagni e con lo staff. Mi sento già a casa e lo stesso la mia famiglia.

Che obiettivi ha?
Dare il massimo in campo, in qualsiasi partita perché l’Inter possa fare meglio dello scorso anno.

Lei cosa può dare alla squadra?
Non posso fare tutto da solo. Perché la squadra faccia bene dobbiamo essere compatti e uniti.

Ha vinto da solo più scudetti di tutti i suoi compagni messi insieme. Porterà quella mentalità vincente che è mancata all'Inter?
Sì, però quello che ho vinto è passato. Sono qui per lavorare, studiare, fare le cose importanti con chi c’è qui. Mi sento già come a casa e sono contento di essere qui e lavorare con loro.

Arriva da un gruppo che ha vinto tanto. Quando ha maturato la convinzione che la Juve non le avrebbe rinnovato il contratto?
C’era anche la possibilità di rimanere lì, ma io ho scelto l’Inter. Sono contento di fare questa nuova esperienza e spero di fare cose importanti nell’Inter.

E’ stato difficile lasciare la Juve? Perché Presa maglie di calcio ha scelto l’Inter?
E’ stata una decisione difficile lasciare la Juve, ma sono stato convinto dal ds Ausilio e dall’allenatore. All’Inter sta nascendo un progetto importante e per la mia carriera questa può essere una tappa importante.

Come è stato accolto?
Prima dell’allenamento noi nuovi ci siamo presentato dai compagni e ora non siamo più nuovi. Ci hanno ricevuto bene e ci sentiamo già parte del gruppo.

Cosa potrà fare l'Inter in Champions con la lista ridotta?
La Champions è una competizione difficile perché ci si confronta con le migliori squadre d'Europa. Noi siamo lì per far bene, ma la Champions è diversa dal campionato italiano. Cercheremo di arrivare più in avanti possibile.

Che effetto le farà l’idea di affrontare la Juventus con Cristiano Ronaldo?
Non ci ho pensato. Sono qui per giocare, per allenarmi e per aiutare la mia squadra. Non penso di giocare contro un calciatore o contro una squadra. Voglio far bene e per riuscirci devo pensare alla squadra.

Come l’hanno convinta a scegliere l’Inter?
Mi ha convinto il progetto dell’Inter ovvero il desiderio di fare meglio rispetto agli ultimi campionati. Voglio fare cose importanti qui all’Inter.

Pensa di poter tornare a giocare centrocampista all’Inter dopo che la Juve ha fatto soprattutto il terzino?
All’Udinese facevo il centrocampista, mentre alla Juve ho fatto quasi sempre il terzino sinoistro e un po’ mi è mancato il centrocampo. Qui dipenderà dalle decisioni di Spalletti: io sono pronto a fare tutto il possibile sia che giochi in difesa sia a centrocampo.

Nelle ultime stagioni ha avuto parecchi infortuni. E’ pronto a giocare una stagione da titolare?
Lo scorso anno mi sono sempre allenato e non ho mai avuto problemi a differenza degli anni precedenti. Adesso non ho problemi e mi alleno tutti i giorni.

Cosa l’ha colpita dell’Inter?
So che c’è questa battaglia tra Juventus e Inter e questa non è una cosa mi dà Acquista online la maglia da calcio 2018 fastidio. Io sono qui per dare alla squadra quello che posso.

Maglia da calcio economica Arsenal- Wilshere non rinnova lascerà i Gunners dopo 17 anni 

Arsenal: Wilshere non rinnova, lascerà i Gunners dopo 17 anni 
L'esterno offensivo inglese lo ha annunciato su Facebook: «Ho bisogno di giocare, e ho capito che all'Arsenal sarebbe stato difficile»
ROMA – Ora è ufficiale: Jack Wilshere ha confermato che lascerà l'Arsenal questa estate. Il centrocampista inglese, in scadenza a fine giugno, non rinnoverà il contratto con i Gunners. La notizia è stata data direttamente dal calciatorecon un post su Facebook: «Dopo molte conversazioni con i dirigenti del club, in particolare una recente con il nuovo allenatore Unai Emery, Camicie da calcio in vendita ho sentito di non avere altra scelta se non prendere questa decisione» Wilshere ha quindi deciso che fosse il momento giusto per guardare avanti nonostante il club gli avesse proposto un nuovo contratto: «Abbiamo parlato molti mesi con il club per prolungare. La mia intenzione è sempre stata quella di rimanere all'Arsenal. Sono qui da 17 anni. La mia volontà era tale che di recente avevo accettato di firmare un nuovo accordo con uno stipendio più basso». Determinante è stato quindi l'arrivo del tecnico spagnolo sulla panchina dei londinesi che ha cambiato le carte in tavola: «Dopo un incontro con il nuovo manager, sono stato informato che i miei spazi si sarebbero notevolmente ridotti se avessi deciso di restare – ha proseguito Wilshere – Sono sicuro che chiunque possa capire che a questo punto della mia carriera ho bisogno di giocare, e ho capito che all'Arsenal sarebbe stato difficile». L'esterno offensivo inglese piace a diversi club di Premier League e in Italia è Maglia da calcio personalizzata stato più volte accostato alla Juventus.

Maglia da calcio personalizzata Arsenal ufficiale l'arrivo di Lichtsteiner

Arsenal, ufficiale l'arrivo di Lichtsteiner
Il terzino svizzero ha firmato con i Gunners: ha scelto la maglia numero 12
LONDRA – Stephan Lichtsteiner lascia la Juventus per raggiungere la Premier League: il 34enne difensore svizzero ha infatti firmato un contratto con l'Arsenal, dove indosseràla maglia numero 12. "E' un grande momento, èfantastico per me, dopo la Juventus, giocare con l'Arsenal per realizzare grandi cose in un grande club – ha detto il capitano della nazionale elvetica, sette voltecampione d'Italia con i bianconeri – Cosa mi ha attirato di piùdei Gunners? Il progetto di tornare in Champions League. Penso che sia difficile vedere un club come l'Arsenal non giocare in Champions League. Con i giocatori, il club e lo stadio che abbiamo, qui c'èuna grande opportunitàdi tornare al piùalto livello" Fabbrica di abbigliamento da calcio .

Dopo l'addio di Arsene Wenger, l'Arsenal saràguidato da Unai Emery: "E' un ottimo allenatore che ha vinto molti titoli, in particolare l'Europa League che giochiamo quest'anno. E' un allenatore che sa quello che vuole e che migliora i giocatori, anche quelli vecchi come me… Non smetti mai di imparare e questo èmolto importante. Sono davvero positivo, faremo grandi cose". L'ex laziale ha firmato con i Gunners un contratto annuale con l'opzione per un'altra stagione.

He’s our first summer signing – now let’ Fabbrica di maglie da calcio s have your messages for @LichtsteinerSte #WillkommenStephan pic.twitter.com/4YfrNzuTE4
— Arsenal FC (@Arsenal) 5 giugno 2018

GUARDA TUTTI I GOL DI LICHTSTEINER CON LA JUVE

Maglie da calcio online Arsenal tris al Leicester- doppietta di Aubameyang

Arsenal, tris al Leicester: doppietta di Aubameyang
L'attaccante gabonese entra nella ripresa e decide la sfida nel giro di qualche minuto con una doppietta. I Gunners sono terzi insieme a Chelsea e Tottenham
ROMA – Nessun problema per l’Arsenal. Dopo essere passata in svantaggio contro il Leicester per l’autogol di Bellerin, la squadra di Emery ha sbrigato la pratica con un bel tris firmato da Ozil e da Aubameyang, 2018 nuova maglia da calcio autore di una doppietta. L’attaccante gabonese è l’autentico protagonista della serata: è entrato in campo al posto di Lichtsteiner al 61’ e ha realizzato le due reti che hanno messo ko le Foxes al 63’ e al 66’. Acquista una maglia da calcio Adesso i Gunners sono al terzo posto insieme a Chelsea e Tottenham.

Arsenal-Leicester 3-1: tabellino e statistiche

Classifica Premier League

Maglia da calcio personalizzata Arsenal per la panchina Nagelsmann sorpassa Arteta 

Arsenal, per la panchina Nagelsmann sorpassa Arteta 
Il giovane allenatore dell'Hoffenheim sarebbe in pole position per sostituire Wenger
ROMA – Dal veterano di 68 anni, al giovane di 30 anni. Per la panchina dell'Arsenal si profila un clamoroso cambio generazionale: il favorito per raccogliere l'ereditàdi Arsene Wenger è Knitting piccolo prezzo diventatoJulian Nagelsmann che ha sorpassato il vice di GuardiolaMikel Arteta. Il nuovo allenatore dovrebbe comunque essere uno di questi due nomi mentre gli altri candidati ventilati nelle scorse settimane (Brendan Rodgers, Max Allegri e Luis Enrique) si stanno defilando. Solo pochi giorni fa Nagelsmann aveva provato a spegnere i rumour giurando fedeltà all'Hoffenheim: «Ho firmato un contratto valido fino al 2021, con una clausola liberatoria per il 2019.La mia intenzione è Maglie da calcio a buon mercato di rimanere qui almeno fino al prossimo anno».

Negozio di maglie da calcio Arsenal Lacazette decisivo- 3-2 al Cardiff

Arsenal, Lacazette decisivo: 3-2 al Cardiff
L'attaccante ex Lione segna un gol capolavoro all'80' e rilancia la squadra di Emery
LONDRA – Con qualche apprensione di troppo, l'Arsenal vince in casa del Cardiff e conquista il secondo successo consecutivo in Premier League: 3-2 il risultato in favore dei Gunners di Unai Emery, decisiva la rete realizzata all'81' Maglia da calcio personalizzata da Lacazette. Ad aprire le marcature Mustafi all'11', prima del pari di Camarasa al 47'. Nella ripresa Aubameyang firma il 2-1 al 62', ma Ward pareggia al 70' Acquista una maglia da calcio . A nove dal termine al Cardiff City Stadium arriva la rete decisiva dell'ex Lione. Con questo successo l'Arsenal si porta a 6 punti al nono posto in classifica.